marchioIl Ministero dello Sviluppo Economico con il bando “Marchi +3” mette a disposizione delle PMI nuovi finanziamenti per favorire l’estensione del proprio marchio a livello comunitario ed internazionale. Le risorse disponibili sfiorano i 4 milioni di euro.

Il programma prevede due linee di intervento:

  • favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso “l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale” (EUIPO), mediante l’acquisto di servizi specialistici;
  • favorire la registrazione di marchi internazionali presso “l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale” (OMPI), sempre attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

L’intervento mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI anche per favorire il loro ingresso nei mercati esteri attraverso la tutela del proprio marchio.

Le domande potranno essere presentate dalle ore 9.00 del 7 marzo 2018.

Quali spese vengono sovvenzionate?

Per entrambi i programmi le agevolazioni ammesse riguardano le spese sostenute per la progettazione del marchio, per l’assistenza e per il deposito, per le ricerche effettuate al fine di verificare l’eventuale esistenza di marchi identici, nonché per l’assistenza legale per azioni di tutela del marchio e per le tasse di deposito.

Entità delle agevolazioni

stretta di manoLe agevolazioni per la registrazione di marchi comunitari EUIPO sono pari all’80% delle spese ammissibili sostenute. L’importo massimo dell’agevolazione è di 6.000€ per ciascuna domanda di marchio. L’agevolazione può essere concessa fino al valore massimo di  20.000 € per impresa.

Per quanto riguarda le agevolazioni per la registrazione di marchi internazionali OMPI, i limiti di spesa sono pari all’80% delle spese ammissibili con un massimo di 6.000€ per ciascuna domanda depositata per un solo Paese; invece è pari a 7.000€ se la registrazione del marchio riguarda due o più Paesi.

E’ pari al 90% se la registrazione del marchio riguarda Cina o USA. L’importo massimo dell’agevolazione è di 7.000€ se riguarda solamente uno dei due Paesi, o di 8.000€ se riguarda entrambi. L’agevolazione massima concessa a ciascuna impresa è pari a 20.000€.

A chi è rivolto il bando

Possono presentare domanda le imprese che, alla data di presentazione della stessa, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. avere una dimensione di micro, piccola o media impresa
  2. avere sede legale e operativa in Italia
  3. essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale
  4. non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali
  5. non avere nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 della vigente normativa antimafia (D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.i.)
  6. essere titolari del/i marchio/i oggetto della domanda di agevolazione

Potete trovare il Bando tutta la modulistica a questo link.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti potete contattarci chiamando lo 040 2601001 o inviando una mail a info@go2digital.it.

Post precedente Sito web gratis: conviene davvero?
Post Successivo Aiuti per investimenti tecnologici alle PMI del Fvg